Centro di Psicosintesi Clinica di Castellammare di Stabia

Logo-Centro-di-Psicosintesi-ClinicaForse molti non lo sanno, ma più si percorre l’Italia verso sud e più la conoscenza della Psicosintesi si dirada fino a diventare come “un miraggio…”. Chi vi si imbatte è come se navigasse verso un’isola sconosciuta di cui è forse giunta qualche notizia ad opera di qualche navigatore ardito spintosi oltre il limite del mondo “psicologico conosciuto”. E chi vuole saperne di più finisce facilmente per impattare in qualche forma di tradizione orale che tramandatasi di generazione in generazione l’identifica quale psicologia trascendentale, tanto per intenderci “stile new age”…
In questo contesto nasce il Centro di Psicosintesi Clinica (il secondo in Italia) che in forma sperimentale dal 4 marzo 2008 svolge le proprie attività con il Patrocinio benemerito della S.I.P.T. e con la supervisione gratuita del Prof. A.G. Tallerini. Il Centro ha sede in Castellammare di Stabia (NA) e ha afferenze provenienti da tutta la Campania.
Referente di questa nuova realtà operativa è il dott. Giovanni De Gregorio (il sottoscritto), Psicologo, Psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia Psicosintetica presso la Scuola di Specializzazione Firenze, nel dicembre 2005.
L’obiettivo di questo Centro di Psicosintesi Clinica è la diffusione e soprattutto l’applicazione della Psicosintesi in un contesto clinico locale ove risulta praticamente sconosciuta. In questa missione di “evangelizzazione psicosintetica” operano il sottoscritto, il Prof. Tallerini ed altri operatori che gradualmente iniziano a gravitare intorno a quest’iniziativa.
Logo-Ass-Internos-OnlusOperando in via sperimentale, lo stesso Centro si appoggia per tutti gli altri adempimenti amministrativi e giuridici all’Associazione Internos Onlus, rappresentata dal sottoscritto e da altri collaboratori qualificati. Da un’integrazione con gli operatori dell’Associazione è nata la Comunità Alloggio per minori “Namaskar” che da oramai 4 anni opera in provincia di Napoli per accogliere in forma residenziale quei minori privi di figure genitoriali adeguate che i Servizi Sociali dei Comuni ove risiedono decidono di affidarci. È evidente sin dalla denominazione (“Namaskar” è il saluto indiano che spesso Assagioli utilizzava per salutare l’aspetto sacro e profondo degli uditori a cui si riferiva) il taglio psicosintetico dato al Programma socio-educativo di tale struttura. Tale Programma si riferisce a quella serie di interventi che si vanno ad attuare per riorientare la crescita del minore accolto attraverso la migliore espressione di sé. Dalla verifica del lavoro sinora svolto e dei risultati fin qui raggiunti è nato il libro “Funi rotte”, un romanzo scientifico presentato all’opinione pubblica nel Maggio 2009 e di cui è possibile trovarne copia presso la stessa S.I.P.T.

Percorsi

Da un punto di vista clinico operativo il Centro di Psicosintesi clinica (CPC) ha attivato i seguenti Percorsi:

  • Percorsi di Psicoterapia individuale. Laddove le energie dell’individuo vanno a strutturarsi e a funzionare in maniera involutiva, compare un’organizzazione intorno ad un sintomo o ad una modalità patologica di espressione. L’intervento psicoterapeutico tenderà allora a riportare armonia nell’universo personale, spostando la propria personalità verso il punto più avanzato possibile realisticamente attuabile, chiaramente secondo le risorse a disposizione del momento ed in maniera del tutto soggettiva rispetto alla persona che si ha di fronte.
    Nel Centro è disponibile uno Psicoterapeuta con formazione Psicosintetica che dopo l’ascolto della richiesta proporrà un tipo di percorso terapeutico calibrato sulle esigenze del richiedente.
    “Non è importante scoprire e guarire la malattia che ha quell’individuo, ma l’individuo che ha quella malattia” [A. Tallerini].
  • Percorsi di S-viluppo personale. Spesso si avvertono nel proprio intimo potenzialità inespresse che non riescono ad attuarsi. C’è allora titubanza nel rivolgersi ad un professionista della psiche, nel timore che si venga ritenuti “ammalati”. “Ma per crescere non bisogna essere necessariamente malati”! L’uomo tende naturalmente allo sviluppo, ma a volte ha bisogno di un confronto specialistico per favorirlo. Per questo ci si può avvalere di consulenze ad hoc per orientarsi verso la propria “autorealizzazione personale e trans personale”.
    L’intervento operato da uno Psicoterapeuta Psicosintetico disponibile presso il Centro, parte dalla conoscenza della molteplicità interiore e della propria modalità di funzionamento per scoprire e attuare modalità più evolute di soddisfazione dei propri bisogni e di utilizzo delle proprie energie.
  • Psicosintesi di Coppia. “Passare dal monologo al dialogo”. Quando la comunicazione nella coppia si è interrotta o ridotta ai minimi termini e l’incomprensione sembra aver preso il sopravvento, piuttosto che aspettare che il tempo o gli eventi cambino magicamente la situazione, è possibile scegliere di rivolgersi a qualcuno che possa fungere da mediatore per cercare di comprendere le origini e le motivazioni della crisi e proporre possibili strade di cambiamento.
    E’ questo il compito di uno Psicoterapeuta psicosintetico che si trova di fronte non più ad uno, ma a due universi plurali in conflitto tra loro da armonizzare. In due parole, si tratta allora di “Diventare Noi”. Il passaggio al “Noi” necessita di azioni consapevoli volte al superamento di se stessi, intesi quali monadi individuali. Il Centro offre la possibilità di usufruire di questo tipo di servizio.
  • Psicosintesi di Gruppo. La Psicosintesi di gruppo è un processo d’integrazione tra i membri che compongono il gruppo. Si sviluppa attraverso le interazioni tra le diverse individualità che lo compongono e attraverso l’interazione di ogni membro con l’entità gruppo. Il Gruppo in tal senso rappresenta una nuova entità: un soggetto plurale che và oltre le individualità dei suoi componenti. Un elemento fondamentale nella psicosintesi di gruppo è la condivisione di un “obiettivo comune” verso cui indirizzare le proprie intenzioni, energie ed impegno. La condivisione e l’identificazione con l’obiettivo del gruppo danno un senso d’identità al gruppo, un senso di appartenenza ai suoi componenti.
    A tal proposito il Centro presenta un percorso di gruppo a tema basato sulla metafora dantesca della Divina Commedia quale percorso dinamico verso ciò che possiamo diventare. Come affermano gli Schaub, L’Inferno dantesco raffigura, infatti, il catalogo dei nostri disagi, delle nostre “dannazioni”, delle nostre paure. Il Purgatorio, la strada per liberarsene. Il Paradiso, il passaggio ad una vita che si realizza in pienezza. “Obiettivo comune” diventa allora riconoscere, comprendere, affrontare e utilizzare le paure che paralizzano le proprie energie e rendono statica la propria vita, per far spazio a una maggiore presenza a se stessi.
  • Corso Introduttivo alla Psicosintesi. Questo Corso si basa sul metodo induttivo, in quanto è finalizzato ad assimilare i paradigmi della psicosintesi attraverso la sperimentazione pratica dei processi che ne sono alla base. Lo strumento utilizzato è una tecnica di immaginazione collettiva attraverso cui sarà possibile fare diretta esperienza dei processi di identificazione e dei relativi effetti prodotti: la vitalità delle proprie energie, la molteplicità interiore, la conflittualità che si genera, il concetto di inconscio e di coscienza, il senso d’identità trasmesso, la possibilità di relazionarsi col proprio mondo interiore. Una full immersion di due giorni costituirà la cornice temporale entro cui si svolgerà l’evento.
  • Seminari di Approfondimento. Questi seminari consentiranno di approfondire i concetti della psicosintesi e di farne diretta esperienza. Dal momento esperienziale si passerà ai vissuti personali per trarne nuovi convincimenti. Sono aperti a tutti gli interessati e accessibili sia da un punto di vista economico che della durata (una giornata o un week-end). Di seguito alcuni dei titoli degli eventi che seguiranno:
    – “La decisione. Tempi e spazi di attuazione”
    – “La sofferenza inutile. Analogie e orientamenti dal confronto tra la ferita fisica e la ferita psichica”
    – “I modi di affrontare la paura”
    – “La gestione della rabbia”
    – “Il sabotatore interiore. Vorrei capire perché mi blocco…!”
    – “Vorrei trovare parole nuove: Ascolto. Empatia. Empatia spirituale”
    – “Il rischio delle certezze. Il concetto di crisi, salute e malattia in psicosintesi”
    – “Il modello di vulnerabilità nel recupero dalle dipendenze”
    – “Le regole del disordine: L’animo molteplice, da caos a ricchezza…”
    – “Dalla meccanicità alla scelta: l’attivazione e lo sviluppo della volontà”
    – “La saggezza interiore”
    – “Da dove viene l’autostima”
    – “L’autoconsapevolezza: la conoscenza liberatrice”
    – “La sessualità, questa sconosciuta…”
    – “L’interpretazione dei sogni”
  • Seminari Tematici. La fuga dalla realtà o il tentativo inutile di volerla controllare hanno radici più disparate ed effetti che assumono i volti del disagio. Un disagio di cui spesso cogliamo solo la manifestazione patologica più immediata, disperdendoci nel mondo dei sintomi e delle espressioni patologiche.
    Andare alla radice dei problemi significa, invece, prendere atto della complessità degli stessi e della funzione psichica che vanno ad assumere.
    I fenomeni osservati e le modalità utilizzate per favi fronte, costituiscono, allora, una base comune di dialogo e di confronto, per approfondire le tematiche inerenti e optare tra diverse strategie d’intervento.
    Nella convinzione che non esista una ricetta per tutti i problemi, vengono proposte le seguenti occasioni di confronto e di dialogo per gli operatori del settore. I seminari sono accreditati dal Ministero della Salute e danno diritto ai relativi crediti ECM.
    – “Famiglie multiproblematiche e condotte di abuso”
    – “Le dipendenze patologiche”
    – “Disagio minorile, Gestione di una comunità alloggio e Rete sociale”
    – “Il processo educativo. L’esperienza della Comunità Alloggio Namaskar”
  • Percorsi di Prevenzione. Arrivare prima che il danno sia già fatto significa poter intervenire su un tessuto umano non ancora condizionato da esperienze traumatiche incancellabili.  Si tratta quindi di far leva sulla formazione psicopedagogica delle coscienze dei più giovani, delle famiglie, e di quegli operatori del settore sociale e scolastico che con questi hanno a che fare. Questo nella convinzione che si può cambiare solo ciò che si conosce e che le fantasie, quasi sempre, fanno più paura della realtà. Le proposte di seguito descritte avranno, infatti, tutte allo stesso modo questo filo conduttore.
    Corso per gli operatori d’aiuto:
    – “L’arte di aiutare: Scuola di Volontariato competente.”
    Corso per genitori:
    – “Scuola per genitori”
    Corsi per le Scuole:
    – “Cineforum: Vivere in famiglia oggi”
    – “L’espressione di Sé”
    – “Il gruppo classe”
    – “La Prevenzione del disagio”
    – “Un posto nel mondo…”
    Io e Tu, la comunicazione efficace nelle relazioni (Corso base)
    Io e Tu, la comunicazione efficace nelle relazioni (Corso avanzato)
  • Gruppi di auto-aiuto. L’autoaiuto (self-help) consiste in un confronto empatico tra persone che condividono uno stesso problema. I differenti stadi di crescita dei membri del gruppo permettono un confronto a livelli diversi e quindi la possibilità di usufruire delle esperienze di chi “ha già passato quel momento”. Il Centro offre la possibilità di costituire dei setting di gruppo eterogenei, coordinati da un conduttore esperto in comunicazione, ove i membri del gruppo si aiuteranno reciprocamente a riscoprire e riattivare quelle personali risorse di autogestione bloccate davanti alla sofferenza e all’impotenza rispetto al problema.
    All’inizio di ogni anno il Centro presenta il Calendario delle proprie attività che potrete consultare in questo spazio a noi gentilmente riservato dalla S.I.P.T.

Curriculum

Nel CURRICULUM del Centro di Psicosintesi Clinica possiamo finora annoverare:

  • 19 aprile/4 maggio 2008: “Le dipendenze patologiche”, evento accreditato per n.27 crediti ECM per la categ. Psicologi e Medici (1° ediz.)
  • 7/22 giugno 2008: “Un’esperienza educativa: Organizzazione e funzionamento di una Comunità per minori” evento accreditato per n.25 crediti ECM per la categ. Psicologi e Medici. (1° ediz.)
  • 31 maggio 2008: “Disagio Minorile, Gestione di una Comuntà per minori e rete sociale” evento accreditato per n.5 crediti ECM per la categ. Psicologi e Medici.
  • 11 e 12 ottobre 2008: “Corso introduttivo alla psicosintesi: Costruiamo un paese. Conosciamo la psicosintesi attraverso una tecnica d’immaginazione collettiva”. Evento accred. per n.12 crediti ECM per la categ. Psicologi e Medici (1° ediz.)
  • 18 ottobre 2008/15 marzo 2009: “Scuola di Volontariato Competente: l’Arte di aiutare” , formazione per operatori di comunità.
  • 29 novembre 2008: “La Volontà del Volontario”, Seminario Tematico: relatore Prof. A. G. Tallerini
  • 20 febbraio/12 giugno 2009: “Il Venerdì Psicosintetico” (Laboratorio Formativo), 6 incontri a cadenza mesile sulla conoscenza di sé:
    1.La sofferenza inutile
    2.I modi di affrontare la paura
    3.I circoli viziosi delle dipendenze
    4.Il Sabotatore interiore
    5.La gestione della rabbia
    6.Da dove viene l’autostima
  • 9 maggio 2009: Convegno: “L’arte di educare. Esperienze a confronto”. Con l’intervento del Prof. A.G. Tallerini, redattore della prefazione al libro “Funi rotte” presentato nella stessa sede.

EVENTI:

Come raggiungere il Centro

www.associazioneinternos.it