Centro di Psicosintesi Clinica 2019-03-13T15:58:39+02:00

Centro di Psicosintesi Clinica

Il Centro di Psicosintesi Clinica della SIPT opera da oltre venti anni ed è composto da psicoterapeuti (medici e psicologi) psicosintetisti. La psicosintesi è stata sviluppata da Roberto Assagioli in Italia agli inizi del Novecento. Essa accoglie istanze e contributi di molte correnti psicologiche, integrandole però nella sua specifica visione dell’essere umano. La sua concezione integrale dell’essere umano, la rende un metodo di autorealizzazione teso alla pienezza delle quattro dimensioni dell’uomo: fisica, emotiva, mentale e spirituale. Il modello terapeutico psicosintetico si focalizza sulla persona prima che sugli aspetti psicopatologici cercando di individuare e potenziare le risorse positive e trattando i sintomi come segnali a cui dare ascolto. Le attività svolte dal Centro di Psicosintesi Clinica riguardano diversi ambiti:

  • Attività clinica con servizi di psicoterapia individuale e di gruppo
  • Promozione del benessere psicologico tramite attività di divulgazione della psicosintesi in campo clinico
  • Attività di ricerca nel campo della psicosintesi terapeutica
  • Formazione continua dei suoi componenti con attività di intervisione e supervisione.

All’interno del Centro di Psicosintesi Clinica sono attivi diversi gruppi di operatori che si occupano di aree tematiche specifiche.

Gruppo Terapia Espressiva e Arteterapia

Il gruppo è formato da psicoterapeuti e arteterapeuti e utilizza tecniche quali fotografia, pittura, creta, collage, ecc., per lavoro individuale, di coppia, di gruppo, con bambini, ragazzi, adulti. Questo è particolarmente utile in ambito clinico e non, quando la parola possa risultare non sufficiente per un’efficace relazione terapeutica, o in aggiunta e affiancamento con una terapia verbale dove l’espressione delle emozioni e della creatività possano essere bloccate. Ottenere un’opera creata in un contesto protetto permette di conoscersi meglio, narrare mostrando e raccontando e, al tempo stesso, essere nel gioco e nel momento presente del “fare”. Inoltre le potenzialità dell’arteterapia coinvolgono il corpo attraverso l’aspetto motorio e manuale, il coordinamento binoculare e sensoriale, e attingono alla vicinanza con arte e bellezza intrinsecamente portatrici di valore terapeutico.

Gruppo Dipendenze Affettive

La dipendenza affettiva è una modalità relazionale difensiva che si attiva in età adulta all’interno delle relazioni affettive significative, prevalentemente di coppia: si vive la convinzione di non poter stare senza la “persona amata” e che la nostra felicità dipenda dal comportamento dell’altro/a nei nostri confronti. Le modalità attraverso cui si esprime la dipendenza affettiva adulta sono: ossessione dell’altro/a; paura dell’abbandono, della separazione, della solitudine e della distanza; senso di colpa; rancore e rabbia; gelosia e possessività. A volte possono manifestarsi contemporaneamente: depressione; disturbi d’ansia; disturbi dell’alimentazione; abuso di sostanze; sintomi riconducibili ad uno stato psicofisico di stress. Servizi offerti:

  • sportello di ascolto e di orientamento volto ad informare ed indirizzare le persone ai servizi ritenuti più adatti al problema presentato;
  • psicoterapia individuale e di gruppo.

Gruppo Infanzia, Adolescenza, Coppia e Famiglia

Offre uno spazio di accoglienza e consulenza gestito da operatori qualificati e con esperienza pluriennale specifica per le problematiche che riguardano la famiglia: difficoltà di coppia; problematiche inerenti la genitorialità; disturbi dell’infanzia e dell’adolescenza; situazioni specifiche che riguardano la vita familiare (separazioni, lutti…); problematiche e dinamiche conflittuali in famiglie con pazienti psichiatrici; psicopatologie dello sviluppo e problematiche legate alle fasi critiche della vita. I nostri operatori effettuano:

  • consulenza psicologica e psicoterapia individuale e di coppia;
  • interventi di gruppo per problemi di coppia;
  • interventi di sostegno individuale e di gruppo per coppie di genitori;
  • interventi di psicoterapia o sostegno psicologico per adolescenti;
  • interventi psicologici per le problematiche dell’infanzia;
  • gruppi di sostegno psicologico per familiari di pazienti psichiatrici.

Gruppo di sessuologia “Danae”

La sessualità in Psicosintesi è inserita in un sistema complesso di emozioni-mente-corpo che, se ben integrati, creano soddisfazione ed armonia; ma quando blocchi e difficoltà diventano vere e proprie preoccupazioni per se stessi e per la coppia, è necessario rivolgersi ad un terapeuta sessuologo. Un calo del desiderio, un dolore durante il rapporto, un’eiaculazione precoce o una disfunzione erettile, disturbi affettivi o relazionali, pratiche sessuali divenute fonte di sofferenza o insoddisfazione sono tutti validi e sufficienti motivi per contattare uno specialista e, in caso, intraprendere una terapia breve sessuale. Il gruppo Danae si occupa della sessualità umana sia promuovendo il benessere attraverso attività formative e di crescita, sia prendendosi cura delle situazioni di sofferenza e di disagio con percorsi mirati. Il gruppo Danae offre spazi di accoglienza e consulenza specifici per le tematiche e le problematiche riguardanti la sessualità e l’intimità di coppia con:

  • consulenze individuali e di coppia presso lo sportello attivo c/o Centro Clinico di Psicosintesi;
  • interventi di gruppo su specifiche tematiche;
  • conferenze gratuite, convegni, seminari su argomenti che gravitano intorno alla sessualità.

Servizio di Psicosomatica

A chi si rivolge?

Il servizio dell’Ambulatorio è rivolto a tutte quelle persone che presentano un quadro sintomatico composito e articolato per piani diversi, da quello più prettamente corporeo a quello psicosociale. L’Ambulatorio si occupa infatti di comprendere la persona nella sua globalità, ma si concentra in particolare su manifestazioni sintomatiche che sono in comorbidità o secondarie a patologie mediche conclamate, e su disturbi che si esprimono con linguaggi misti, in cui il disagio o la malattia, pur nella loro complessità, si presentano secondo modalità prevalentemente corporee o psichiche.

Modello di riferimento

I riferimenti teorici sono: la biopsicosintesi, che definisce la piena integrazione del corpo nell’approccio psicosintetico, e l’attuale meta-paradigma psicosomatico, che include il modello biopsico-sociale, considerando anche l’importanza dell’ambiente come fattore che partecipa e contribuisce alla manifestazione del disagio come alla promozione della salute. Tali riferimenti propongono una concezione complessa dell’uomo che trova riscontro e sostegno nelle più recenti acquisizioni delle neuroscienze e delle applicazioni più approfondite in aree specialistiche delle scienze umane (ad es. la psiconeuroendocrinoimmunologia). Ne deriva una visione non dicotomica di salute e di malattia per cui possono coesistere in ogni persona o situazione aree di benessere (risorse da promuovere) e di malessere (da trasformare), in un processo dinamico e sintetico con al centro la persona e la relazione di cura. La malattia o il disagio non possono più, quindi, essere affrontati secondo un’impostazione semplicistica, che li coglie come eventi isolati, oggettivi e derivanti da una causalità lineare. Occorre infatti collocarli nel circolo interdipendente delle cofattorialità, che definisce un campo di volta in volta specifico, su cui intervenire in termini di regolazione, equilibramento e armonizzazione su più livelli. Tale processo, molto complesso, richiede di necessità un intervento che risulti dal contributo sinergico di differenti professionisti della cura. L’integrazione in cui è inserita la comprensione della malattia richiede come suo antidoto l’integrazione della cura.

L’Attività

L’Ambulatorio svolge un servizio di diagnostica e terapia. La diagnostica viene svolta all’interno dell’Ambulatorio attraverso un percorso di quattro incontri: tre di valutazione psicosomatica (medico psichiatrica e psicologico clinica) e un quarto incontro di restituzione, nel quale, in collaborazione con il cliente, verrà stabilito un progetto di cura personalizzato e mirato. Tale progetto prevede il coinvolgimento strategico e sinergico di differenti professionisti della cura, costituitisi in rete con l’ambulatorio, secondo una moderna e avanzata metodologia di cura integrata. Per questa ragione il trattamento potrà svolgersi tanto all’interno dell’Ambulatorio che all’esterno, ma tuttavia l’Ambulatorio stesso rimarrà titolare e responsabile del progetto.

Operatori in rete nelle aree di (all’interno dell’Ambulatorio):

  • Psicologia clinica
  • Psicoterapia
  • Medicina Interna
  • Psichiatria 

Operatori nelle aree di (all’esterno dell’Ambulatorio):

  • Psicoterapia
  • Counselling
  • Nutrizione
  • Omeopatia
  • Agopuntura
  • Sessuologia clinica

Tutti gli operatori che lavorano nell’Ambulatorio di Psicosomatica sono professionisti che hanno maturato un’ampia esperienza in ambito psicosomatico e clinico sanitario.

Coordinatore dell’Ambulatorio: Francesco Lamioni

Per informazioni e prenotazioni: Dott. Francesco Lamioni (cell. 3294092330)

Recapiti

Tel.: per appuntamenti 324 9569222
Sede: c/o S.I.P.T. – Società Italiana di Psicosintesi Terapeutica via S. Domenico 14 – 50133 – Firenze