Corso per Volontari – Centro di Psicosintesi di Castellammare di Stabia

Castellammare di Stabia – 6 Febbraio 2010
logo-Scuola-Volontariato

Centro di Psicosintesi clinica & Associazione Internos Onlus
Viale Europa, 1 – 80053 Castellammare di Stabia (NA)
Tel. 081 8703172
Infoweb: www.associazioneinternos.it – email: internos.onlus@infinito.it

Nella crescente consapevolezza di non poter fare mai abbastanza da soli nella sfera dell’azione sociale, né personalmente né professionalmente, abbiamo pensato di intensificare e allargare la nostra rete di supporto promuovendo e favorendo il più possibile lo sviluppo delle risorse umane e della comunità territoriale.

Ci siamo resi conto, operando nel sociale oramai da una decina di anni, che quelle abilità interpersonali che vanno sotto il nome di abilità di aiuto, più in generale le abilità ad instaurare validi rapporti umani, non sono sufficienti. Occorre avere delle abilità specifiche per risolvere i problemi delle persone amate e della comunità. C’è bisogno di abilità per elaborare programmi, per appoggiare, sviluppare e attuare i propri programmi o quelli degli altri.

Sulla base di ciò abbiamo dato il via a questa iniziativa, “l’arte di aiutare”, che si propone di insegnare all’operatore di aiuto che fa volontariato (helper), quelle abilità che gli servono ad aiutare in modo più efficace le persone che ama.

Il concetto potrebbe essere esteso ad un genitore che vuole essere in grado di aiutare il coniuge o il figlio a funzionare in modo più adeguato; ad un insegnante che vuole aiutare i suoi studenti; ad un consulente che vuole aiutare le persone che si rivolgono a lui; ad una persona che a un certo punto della sua vita ha avvertito in sé la spinta ad aiutare per sentirsi più utile; ad un giovane che ha scoperto che nel dare aiuto può ritrovare se stesso…

L’arte di aiutare rappresenta quindi il primo di una serie di tentativi per elaborare e promuovere una procedura operativa per lo sviluppo delle risorse umane, nella misura in cui fa conoscere all’operatore di aiuto (helper) quelle competenze che gli permetteranno di crescere e di non risultare danneggiato dai contesti dove opererà, nonché di fornire aiuto efficace laddove opererà.

SCUOLA DI VOLONTARIATO COMPETENTE

La Scuola intende formare la figura del Volontario Competente (helper). Si tratta di un operatore d’aiuto capace di intervenire in diversi contesti ambientali (associazioni, parrocchie, famiglie, comunità), di coglierne il disagio nelle sue diverse espressioni (conflitti interpersonali, insufficienza di risorse, obiettivi poco chiari, scarsità di motivazioni, difficoltà organizzative) e di divenire catalizzatore dei processi di sviluppo necessari.

Destinatari
Il corso è rivolto a tutti coloro che intendono sviluppare le proprie capacità interpersonali e affinare le proprie disposizioni all’aiuto, per operare “saggiamente” nei diversi contesti del bisogno. Non è quindi richiesto alcun titolo specifico.

Obiettivi e Finalità
Acquisire strumenti e metodologie d’intervento nella relazione di aiuto.
Possibilità di affiancamento sul campo al personale qualificato che opera nella Comunità Alloggio per minori “Namaskar” [Autor. al  funzionamento del Comune di S.Maria la Carità del 10.10.2009].
Possibilità di contattare circuiti professionali e lavorativi operanti nella tutela dei soggetti svantaggiati.

Metodologia
Gli incontri saranno di tipo interattivo e sperimentali, con uso di ausili audiovisivi, simulate e fantasie guidate.  Si prevedono:
Incontri teorici sulle tecniche e sulle metodologie d’aiuto.
Incontri di orientamento e verifica motivazionale.
Stages esperienziali in Comunità.

Luogo, Frequenza e Durata
La scuola prevede tre livelli formativi:

  • I livello [base]: “Chi è il Volontario Competente?”
  • II livello [intermedio]: “Io, Volontario.”
  • III livello [avanzato]: “Calarsi nella realtà.”

Gli incontri teorici si terranno il Sabato mattina dalle ore 9,30 alle ore 12,00, presso i locali dell’Associazione Internos Onlus al Viale Europa, 1 in Castellammare di Stabia (Na), a partire dal 6 febbraio 2010. Gli incontri pratici si organizzeranno in base alle esigenze.
Ogni livello formativo ha la durata di circa 2 mesi. La durata complessiva della Scuola è di circa sei mesi.
E’ possibile frequentare il livello base senza l’obbligo di iscriversi ai successivi.
I livelli formativi successivi al primo prevedono anche incontri pratici e stage di sperimentazione in Comunità. Più precisamente:

I livello: 7 incontri: 6 teorici e uno pratico-osservativo .

II livello: 8 incontri: 4 teorici e 4 pratico-osservativi.
III livello: 7 incontri: 2 di Supervisione e 5pratico-osservativi

Costi
Il costo complessivo della Scuola è di € 300,00 + Iva. E’ possibile pagare l’intera somma al momento dell’iscrizione o pagare € 50,00 + Iva mensili all’inizio di ogni mese.

Programma

CORSO DI I LIVELLO (Base)

Obiettivi specifici: 1) riconoscimento della figura dell’operatore professionale di aiuto; 2) conoscenza e sperimentazione delle disposizioni personali e delle abilità di intervento dell’operatore di aiuto competente; 3) conoscenza dei contesti operativi per un operatore di aiuto competente.
1° INCONTRO. “L’aiuto efficace e la figura dell’operatore di aiuto competente (helper)”. Presentazione dei conduttori e dei partecipanti. Illustrazione delle attività. Incontro di conoscenza (Chi siamo), aspettative, esperienze pregresse. Programma del corso e del percorso. Definizione dell’operatore di aiuto competente(helper): “L’aiuto mirato”. Conduzione: Dott. Rosa Rosa A., De Gregorio G., Grippo E.
2° INCONTRO. “Le disposizioni personali dell’operatore di aiuto competente (helper)”. Motivazione all’azione altruistica. Capacità introspettiva (avere una vita interiore). Capacità di osservazione. Sensibilità al contatto umano(capacità relazionali). Possibilità di elaborazione della sofferenza. Conduz.: Dott. Giovanni De Gregorio
3° INCONTRO. ” Le abilità dell’operatore di aiuto competente (helper): competenze comunicative e relazionali”. L’aiuto efficace nel metodo di Rogers e Carkhuff: “l’arte di aiutare”. Le interferenze di paure, bisogni, fantasie e realtà sulla capacità percettiva: “giù la maschera”. Le condizioni dell’aiuto efficace: empatia, rispetto, confronto. L’importanza dei confini. Il segreto dell’autenticità. Conduz.: Dott.ssa E. Grippo
4° INCONTRO. “Luoghi di intervento dell’operatore di aiuto competente (helper)”. Il disagio nelle sue diverse espressioni e collocazioni (associazioni, parrocchie, famiglie, comunità). Il contesto e la differenziazione degli ambiti in cui si muove l’operatore di aiuto competente. L’helper come supporto ad una mancanza. Dinamiche familiari disfunzionali, famiglie sane e disturbate, principali disturbi della famiglia. Il ruolo dell’helper nell’auto-aiuto sistemico. Conduz.: Dott.ssa A. Rosa Rosa
5° INCONTRO. “Prepariamoci all’ingresso in Comunità”. La Comunità Alloggio Namaskar. Procedure di coordinamento.  La supervisione degli educatori. Un caso clinico. Conduzione: Dott. Rosa Rosa Alessandra, De Gregorio Giovanni, Emma Grippo
6° INCONTRO [pratico-osservativo presso la Comunità]. “Osservazione dell’Organizzazione e funzionamento della Comunità, analisi introspettiva di sensazioni e impressioni”.
7° INCONTRO [di passaggio al Corso di II livello]. “La ‘Volontà’ del volontario, per un volontariato consapevole”.
Conduzione: Prof. Antonio Tallerini [Direttore della Scuola di Psicoterapia Psicosintetica di Firenze]

CORSO DI II livello [Intermedio]

Obiettivi specifici: 1) La conoscenza di Sé e dei propri meccanismi di sabotaggio. 2) L’osservazione e la gestione delle reazioni personali e professionali alla realtà comunitaria.
1° INCONTRO. ” Percorsi evolutivi sani e patologici”. L’individuo in una prospettiva esistenziale. La crisi: le direzioni della sofferenza; direzione involutiva e direzione evolutiva. L’elaborazione della sofferenza: l’accettazione o il rifiuto. Meccanismi di sicurezza e meccanismi di crescita. La salute e la malattia. Il concetto di equilibrio. Adolescenza e devianza fisiologica. La trasgressione ordinaria e la devianza patologica. Evoluzione individuale sana e disfunzionale. Conduzione: Dott. Alessandra Rosa Rosa e De Gregorio Giovanni
2° INCONTRO [pratico-osservativo presso la Comunità]. “Osservazione libera”.
3° INCONTRO. Supervisione e verifica di quanto osservato e provato nella realtà comunitaria. Conduz.: Dott.ssa Emma Grippo
4° INCONTRO. ” Il sabotatore interiore”. I volti del sabotatore: l’incantesimo e le trappole del sabotatore, la sua natura e i suoi effetti. Gli scopi del sabotatore. Come riconoscerlo. Come gestirlo.
Conduzione: Dott. Giovanni De Gregorio
5° INCONTRO [pratico-osservativo presso la Comunità].  “Osservazione del proprio sabotatore interiore in azione”.
6° INCONTRO. Supervisione e Verifica dei temi emersi nella realtà comunitaria. Conduzione: Dott. De Gregorio G. e Grippo E.
7° INCONTRO. “Un’esperienza pilota”. Testimonianza di due volontari all’azione, (di cui uno diventato educatore). Raccolta di proposte di intervento personali e di gruppo. Conduz.: Dott.ssa Grippo E.
8° INCONTRO [pratico-osservativo presso la Comunità].

CORSO DI III LIVELLO [Avanzato]

Obiettivi specifici: 1) Consapevolizzare risorse e limiti personali. 2) Padroneggiare abilità di aiuto efficace.
1° INCONTRO: “Sperimentazione delle proposte raccolte nel precedente incontro”. Passaggio al III livello. Cond.: Dott. Grippo E.
2° INCONTRO: Verifica delle attività sperimentate presso la Comunità alloggio Namaskar: limiti e risorse”. Conduz.: Dott. Rosa Rosa A., De Gregorio G., Grippo E.
3°, 4°, 5°, 6°  INCONTRO [pratico in Comunità].
6° INCONTRO. Verifica in Comunità.
7° INCONTRO. Supervisione e verifica del lavoro realizzato in Comunità. Conduz.: Dott. Rosa Rosa A., De Gregorio G., Grippo E.

Docenti della Scuola

Dott.ssa Emma Grippo – Psicologo, Psicoterapeuta, Supervisore Scientifico della Comunità Alloggio Namaskar.
Dott.ssa Alessandra Rosa Rosa – Sociologo, Coordinatore della Comunità Alloggio Namaskar.
Dott. Giovanni De Gregorio – Psicologo, Psicoterapeuta, Responsabile del Programma Socio-Educativo della Comunità Alloggio Namaskar.
Interverrà:
In occasione del passaggio tra il I e il II livello è stato organizzato un apposito incontro “di passaggio”, condotto dal Prof. Antonio Tallerini [Direttore della Scuola di Psicoterapia Psicosintetica di Firenze].

Modalità d’iscrizione

È possibile iscriversi telefonando al n. telefonico   081 870 31 72 (è sempre attiva la segreteria telefonica), o direttamente presso la sede dell’associazione sita in Viale Europa, 1 – 80053 C.mare di Stabia (Na)
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.associazioneinternos.it, o contattarci all’indirizzo mail: internos.onlus@infinito.it .

2010-04-05T14:53:41+02:00 31 Dicembre 2009|